La bellezza di Psiche tra testo e immagine

Scritto da Nadia Scippacercola - Rosanna Scippacercola. Pubblicato in: Arti visive

Psiche è una importante presenza femminile nell’ambito dell’immaginario occidentale; le epoche neoclassica e romantica furono tra le più ricche di testimonianze per quanto riguarda la ricezione della fabula apuleiana di Amore e Psiche. Nel presente contributo si procederà dapprima a una preliminare problematizzazione del rapporto che lega la figura di Psiche con la Bellezza, fornen- do alcune coordinate concettuali e dando visibilità a istanti mentali e linee tematiche – più che a concreti momenti narrativi – mostrati dai numerosissimi adattamenti del racconto nel corso dei secoli. Indi si offre una rassegna iconografica dal XVIII secolo a oggi, che si sofferma su alcuni snodi critici che caratterizzano la resa artistica della straordinaria bellezza della fanciulla, i quali, a loro volta, sono spesso correlati con circostanziati riferimenti testuali. 

The figure of Psyche is prominent in the Western collective imagination; the Neoclassical and Romantic periods were the height of the reception of the tale of Cupid and Psyche by Apuleius. Firstly, this article analyses the problematic relationship between the character of Psyche and Beauty. It provides conceptual coordinates and thematic guidelines, displaying mental pictures – rather than narrative sequences – which are shown by the several adaptations of Apuleius’ tale throughout the centuries. Then, it offers an iconographical review from the Eighteenth century up until nowadays which focuses on some critical turns, often correlated to specific textual references, in the history of artistic representation of Psyche’s beauty.

  • 1
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 2
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 23part
  • 24
  • 24part
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 3
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38_dadegradare
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.