Classicamente. Dialoghi senesi sul mondo antico (Siena)

Classicamente

Dialoghi senesi sul mondo antico: ricerche e nuove prospettive nello studio dei greci e dei romani. 

PRESENTAZIONE:

 In occasione del trentennale del Centro interdipartimentale A.M.A. (Antropologia e Mondo Antico) dell’Università degli Studi di Siena, i dottorandi del curriculum in “Antropologia del mondo antico” del dottorato in “Scienze dell’Antichità e Archeologia” promuovono un ciclo di seminari incentrati sulle diverse tematiche che hanno forgiato l'identità del Centro, rendendolo un punto di riferimento culturale e accademico nel panorama nazionale e internazionale. Il presente CFP, rivolto a giovani studiosi (laureati magistrali, dottorandi, dottori di ricerca sotto i 35 anni), oltre a promuovere l'incontro e il confronto tra antichisti di diversa formazione e interessi, offrendo loro la possibilità di presentare il frutto delle loro attività di ricerca, mira a raccogliere studi e proposte nuovi sulle più importanti tematiche da anni all'attenzione del Centro A.M.A. Tra le finalità vi è, infatti, quella di saggiare il terreno sulle attuali linee di ricerca in relazione agli argomenti proposti. Alla base vi è, altresì, il desiderio di promuovere con intento dialogico il confronto tra prospettive diverse (antropologiche, filologiche, storiche, archeologiche, semiotiche etc...), con lo scopo di rafforzare il tessuto epistemologico degli studi del mondo antico, nel Centro e fuori.

CFP: Dibattiti storici. Deformazioni, interpretazioni e omissioni nelle opere storiche e storiografiche dal mondo antico all'età contemporanea (Vercelli)

I dottorandi del curriculum storico del XXXI e del XXXII ciclo del Dipartimento di Studi

Umanistici dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale «Amedeo Avogadro»

organizzano un ciclo di quattro incontri, dedicati rispettivamente alla storia antica, medievale, moderna e contemporanea, al fine di sostenere l’incontro e il confronto tra studenti, dottorandi e giovani ricercatori di diversa formazione e interessi.

Gli interventi riguarderanno temi e problemi di metodologia della ricerca storica e si concentreranno in particolare sulle problematiche relative alle deformazioni della narrazione storica, volontarie e involontarie, già individuate da Marc Bloch nella sua "Apologia della storia o mestiere di storico", come:

CFP: "Alter ego" (Macerata)

L’altro: il “non io”, il “diverso da me”, colui che non appartiene all’orizzonte o all’identità collettiva definita genericamente “propria”. Sono tanti i nomi dati a un tema che da sempre è presente nella coscienza umana – in ogni epoca, luogo, accezione sociale. Oggi più che ieri possiamo parlare di un mondo che scorre verso l’altro, nell’epoca in cui le distanze sembrano annullarsi, gli scambi sono fluidi e gli individui hanno la possibilità di entrare ripetutamente e facilmente in contatto con realtà diverse e lontane dalla propria.

L’interazione io/altro può essere intesa come momento di incontro, che permette il superamento di un limite, o come luogo di scontro, delineando una situazione conflittuale. In ogni caso, esso impone all’io una definizione e rappresentazione dell’altro, attraverso un procedimento spesso oppositivo. Non solo: l’incontro/scontro con l’altro può portare – e di fatto porta – ad una rivalutazione e ridefinizione dello stesso io.

Enciclopedismo antico e moderno (Bari, 17-18 maggio 2017)

Convegno internazionale

Enciclopedismo antico e moderno

 

Centro Interuniversitario di Ricerca di Studi sulla Tradizione

(Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Università degli Studi della

Repubblica di San Marino, Università degli Studi di Padova)

 

Bari, 17-18 maggio 2017

Aula Magna (Palazzo Ateneo)

Culture, lingue, saperi nella scuola di oggi (Salerno, 24 marzo 2017)

Venerdì 24 marzo 2017, h. 15.00, presso il Liceo classico “F. De Sanctis” di Salerno, incontro-dibattito:

“Culture lingue saperi nella scuola di oggi: lo spazio degli antichi”.

 

Saluti del dirigente scolastico e dell'organizzatrice, prof.ssa Annamaria D'Angelo

Interventi dei professori:

- Maurizio Bettini, Immagini del tradurre nel mondo antico: dal mercato alla metamorfosi.

- Mario Lentano, Costruire ponti con le parole. Idee per un’antropologia della traduzione.

- Luigi Spina, Se dieci righi (o venti versi) vi sembran pochi…

- Giancarlo Abbamonte, Tradurre in italiano le lingue classiche significa veramente passare da L2 a L1? L'insegnamento degli umanisti.

XIV Giornata del Centro di Studi sulla Fortuna dell'Antico "Emanuele Narducci" (Sestri Levante/Chiavari, 10-11 marzo 2017)

Centro di Studi sulla Fortuna dell’Antico “Emanuele Narducci” – Sestri

Levante

 

In collaborazione con:

Liceo “Marconi-Delpino” – Chiavari

S.I.A.C – Società Internazionale degli Amici di Cicerone

 

XIV Giornate di studio

La fortuna di Cicerone tra antichi e moderni

In memoria di Emanuele Narducci e di Alberto Grilli nel decennale della loro scomparsa

Presentazione sito "Seneca epistula 121" (Palermo, 3 febbraio 2017)

Il giorno 3 febbraio 2017, alle ore 16.30, presso l'Aula Magna del Liceo Scientifico "S. Cannizzaro" di Palermo, gli alunni della classe V D presenteranno il sito http://www.epistula121.tk, dove viene pubblicata, a puntate, la traduzione cooperativa, svolta dalla classe, dell'Epistula ad Lucilium 121 di Seneca.

Interverranno, nell'ordine, il dirigente scolastico del Liceo "S. Cannizzaro", prof. Anna Maria Catalano, il prof. Giusto Picone, ordinario di Lingua e Letteratura latina dell'Università di Palermo, il prof. Pietro Li Causi, responsabile del progetto di traduzione cooperativa.

 

 

 

Il futuro del passato (Siena, 13-14 dicembre 2016)

Centro Antropologia e Mondo Antico dell'Università di Siena (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne)

Associazione Antropologia e Mondo Antico.

 

Il futuro del passato. L'insegnamento delle materie classiche nella scuola di domani

 

13 e 14 dicembre 2016 – Siena

Auditorium del College “Santa Chiara” - Siena