Copertina Biblioteca di Classico Contemporaneo

I Posthomerica di Quinto Smirneo nelle traduzioni italiane tra Cinquecento e Ottocento

Scritto da Elena Langella.

Abstract

Questo contributo mira a studiare un aspetto del Fortleben dei Posthomerica di Quinto Smirneo nell’età moderna, concentrandosi in particolare sulle traduzioni del poema realizzate in Italia tra Cinquecento e Ottocento. Si sottolineano in special modo tre elementi significativi: la svalutazione dell’opera dovuta da un lato al confronto con il modello omerico e dall’altro al peso dato alle unità aristoteliche, in particolare a quella d’azione; il ruolo esercitato da Melchiorre Cesarotti nella diffusione del poema nella penisola italiana; infine, il giudizio spesso duplice e ambiguo espresso sui Posthomerica dai vari studiosi e letterati che si cimentarono nella traduzione dell’opera.

 

This paper aims at studying one aspect of the Fortleben of Quintus Smyrnaeus’ Posthomerica in the modern age, focusing specifically on the translations of the poem written in Italy between the sixteenth and the nineteenth century. In this study, three main points arise. The first one is the depreciation of the work due to the comparison with the Homeric model and to the importance given to Aristotelian unities, in particular, the unity of action. The second one is the role played by Melchiorre Cesarotti in spreading the poem in Italy. The last one is the twofold and often ambiguous judgement expressed on Posthomerica by the several scholars who devoted themselves to the translation of the work.

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.