Migranti

L’Università degli Studi di Palermo, in collaborazione con Palumbo Editore e con diversi soggetti istituzionali (MIBACT, Regione Sicilia, Comune di Palermo), ha organizzato nei giorni 20-22 maggio 2019 il convegno nazionale “Migrare. Diritti fondamentali e dignità della persone” per costruire uno spazio di riflessione critica e di azione che ponga al centro della comunità scientifica, italiana ed europea, e della pubblica opinione i temi dei diritti e dell’uguaglianza delle persone e delle persone migranti in particolare. Con questi obiettivi, è stato elaborato l’Appello all’Europa della Conoscenza che verrà presentato nella seduta conclusiva del convegno.

Il programma completo è reperibile al link: https://www.palumboeditore.it/Eventi/SchedaEvento/tabid/357/id/716/Default.aspx

 

XVI Giornata del Centro di Studi sulla Fortuna dell'Antico "E. Narducci" (Sestri Levante, 15 marzo 2019)

 Il Centro di Studi sulla Fortuna dell'Antico "Emanuele Narducci", in collaborazione col Liceo “Marconi-Delpino” di Chiavari, organizza presso la sede di “MediaTerraneo S.R.L.” (Convento dell'Annunziata, Baia del Silenzio, via Portobello 14, Sestri Levante - GE), per l'intera giornata di venerdì 15 marzo 2019, la Sedicesima Giornata di Studi dal titolo 'Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea' .

 Convento dell’Annunziata – via Portobello – Sestri Levante

Progetto "Segesta": il Tiranno e il suo pubblico

Progetto Segesta. Centro Internazionale di Studi e Ricerca sul Teatro Antico

Università degli Studi di Palermo – Dipartimento di Scienze Umanistiche

Parco Archeologico di Segesta – Comune di Calatafimi Segesta

 

Ciclo di seminari “Il tiranno e il suo pubblico. Tra antropologia e drammaturgia”

(18 marzo – 3 giugno 2019)

"Diritti, doveri, Humanitas. In dialogo con i classici”

Corso di Formazione

DIRITTI, DOVERI, HUMANITAS. IN DIALOGO CON I CLASSICI

Nuove prospettive sull'insegnamento delle materie classiche nella scuola

 -----

SIENA

Certosa di Pontignano

25•26•27 LUGLIO 2019

 -----

Organizzata dall'Associazione Antropologia e Mondo Antico con la collaborazione del Centro AMA (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Università di Siena) e con il supporto tecnico e organizzativo della Casa Editrice Palumbo, la sesta edizione della Summer School 2019 sarà dedicata al tema "Diritti, doveri, Humanitas. In dialogo con i classici".

La città degli Antichi: modelli, parole, immagini

Esperienze e proposte di didattica delle materie classiche
seminario di aggiornamento e formazione

 Palermo (Cantieri Culturali alla Zisa), 21-23 settembre 2017

Organizzato da: AMA - Antropologia del mondo antico; G.B.Palumbo & C. Editore; CIDI - Centro Iniziativa Democratica Insegnanti - Palermo; M.I.U.R.; Città di Palermo.

Come pensare la città antica a partire dalle nostre affollate realtà urbane? Uno sguardo a modelli, spazi e racconti intorno alle città e ai temi della cittadinanza, nella riflessione dei Greci e dei Romani, può contribuire ad avviare in classe percorsi curriculari significativi intorno all’idea di comunità e di condivisione dei beni.

Il seminario si articola in cinque sessioni, nelle quali i contributi di autorevoli studiosi del mondo classico si alternano al lavoro di ricerca nei laboratori, attraverso il dialogo costante tra relatori e docenti dei diversi indirizzi scolastici.

L’obiettivo, ambizioso ma necessario, è quello di rilanciare lo studio della civiltà classica a scuola a partire dalla città, avvalendosi anche delle più aggiornate risorse digitali.

 

G.B. Palumbo Editore_La città degli Antichi: modelli, parole, immagini

 

Classicamente. Dialoghi senesi sul mondo antico (Siena)

Classicamente

Dialoghi senesi sul mondo antico: ricerche e nuove prospettive nello studio dei greci e dei romani. 

PRESENTAZIONE:

 In occasione del trentennale del Centro interdipartimentale A.M.A. (Antropologia e Mondo Antico) dell’Università degli Studi di Siena, i dottorandi del curriculum in “Antropologia del mondo antico” del dottorato in “Scienze dell’Antichità e Archeologia” promuovono un ciclo di seminari incentrati sulle diverse tematiche che hanno forgiato l'identità del Centro, rendendolo un punto di riferimento culturale e accademico nel panorama nazionale e internazionale. Il presente CFP, rivolto a giovani studiosi (laureati magistrali, dottorandi, dottori di ricerca sotto i 35 anni), oltre a promuovere l'incontro e il confronto tra antichisti di diversa formazione e interessi, offrendo loro la possibilità di presentare il frutto delle loro attività di ricerca, mira a raccogliere studi e proposte nuovi sulle più importanti tematiche da anni all'attenzione del Centro A.M.A. Tra le finalità vi è, infatti, quella di saggiare il terreno sulle attuali linee di ricerca in relazione agli argomenti proposti. Alla base vi è, altresì, il desiderio di promuovere con intento dialogico il confronto tra prospettive diverse (antropologiche, filologiche, storiche, archeologiche, semiotiche etc...), con lo scopo di rafforzare il tessuto epistemologico degli studi del mondo antico, nel Centro e fuori.

CFP: Dibattiti storici. Deformazioni, interpretazioni e omissioni nelle opere storiche e storiografiche dal mondo antico all'età contemporanea (Vercelli)

I dottorandi del curriculum storico del XXXI e del XXXII ciclo del Dipartimento di Studi

Umanistici dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale «Amedeo Avogadro»

organizzano un ciclo di quattro incontri, dedicati rispettivamente alla storia antica, medievale, moderna e contemporanea, al fine di sostenere l’incontro e il confronto tra studenti, dottorandi e giovani ricercatori di diversa formazione e interessi.

Gli interventi riguarderanno temi e problemi di metodologia della ricerca storica e si concentreranno in particolare sulle problematiche relative alle deformazioni della narrazione storica, volontarie e involontarie, già individuate da Marc Bloch nella sua "Apologia della storia o mestiere di storico", come:

CFP: "Alter ego" (Macerata)

L’altro: il “non io”, il “diverso da me”, colui che non appartiene all’orizzonte o all’identità collettiva definita genericamente “propria”. Sono tanti i nomi dati a un tema che da sempre è presente nella coscienza umana – in ogni epoca, luogo, accezione sociale. Oggi più che ieri possiamo parlare di un mondo che scorre verso l’altro, nell’epoca in cui le distanze sembrano annullarsi, gli scambi sono fluidi e gli individui hanno la possibilità di entrare ripetutamente e facilmente in contatto con realtà diverse e lontane dalla propria.

L’interazione io/altro può essere intesa come momento di incontro, che permette il superamento di un limite, o come luogo di scontro, delineando una situazione conflittuale. In ogni caso, esso impone all’io una definizione e rappresentazione dell’altro, attraverso un procedimento spesso oppositivo. Non solo: l’incontro/scontro con l’altro può portare – e di fatto porta – ad una rivalutazione e ridefinizione dello stesso io.

Enciclopedismo antico e moderno (Bari, 17-18 maggio 2017)

Convegno internazionale

Enciclopedismo antico e moderno

 

Centro Interuniversitario di Ricerca di Studi sulla Tradizione

(Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Università degli Studi della

Repubblica di San Marino, Università degli Studi di Padova)

 

Bari, 17-18 maggio 2017

Aula Magna (Palazzo Ateneo)