La praefatio dell’Epistula Didonis ad Aeneam (AL 83 R2=71 Sh. B.). Retorica e costituzione del testo

Scritto da Brigida Ranieri.

The Epistula Didonis ad Aeneam is an exametric poem of uncertain date (the chronological terms plausible are clearly between IV and IVin. cent.), inserted in the so-called Anthologia Latina, by an anonymous poet probably African. In the praefatio to the Epistula Didonis ad Aeneam, in addition to the dense intertextual texture that this poem weaves with the classical patterns (Virgil, Ovid, Horace), the peculiar attention given by the anonymous author of the poem to the laws of the epistolary rhetoric and rhetoric prefatory becomes essential guide to modern editor of the text in his ecdotic choices. In a text rhetorically connoted, rhetoric itself becomes fundamental criterion for ecdosis.

 

L’Epistula Didonis ad Aeneam è un componimento esametrico d’incerta datazione (i termini cronologici plausibili si collocano ovviamente fra i secoli IV e VIin.), collocato nella c. d. Anthologia Latina e composto da un poeta anonimo con ogni probabilità di area africana. Nella praefatio all’Epistula Didonis ad Aeneam, oltre alla fitta trama intertestuale che il testo intreccia con i modelli classici di riferimento (Virgilio, Ovidio, Orazio), il particolare riguardo prestato dall’Anonimo autore del componimento alle leggi della retorica epistolare e della retorica prefatoria è guida fondamentale per l’editore moderno del testo nelle sue scelte ecdotiche. In un testo retoricamente connotato come questo, la retorica stessa diviene criterio irrinunciabile per l’ecdosis.

 

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.