Dalla spada di Brenno ai gioielli di Cornelia: la costruzione di un immaginario per orientare allo studio del latino e per accogliere gli studenti nel percorso liceale

Scritto da Giovanna Domestico. Pubblicato in: Ricerca e sperimentazione didattica

La riflessione a tutto tondo sulle problematiche relative all’insegnamento delle lingue classiche pone in evidenza anche la distanza, in termini di conoscenza, delle civiltà antiche e di alcuni loro aspetti peculiari relativi a usi, costumi e istituzioni. Il livello di incomprensione dei testi scaturisce anche dall’oscurità o dalla inadeguata conoscenza di tali aspetti; perciò, sia per favorire l’orientamento degli studenti che per impostare l’insegnamento delle lingue classiche all’interno di una cornice culturale più definita, risulta utile aprire scenari sulla civiltà e sulla storia antiche in moduli dedicati proprio all’orientamento e all’accoglienza. Senz’altro è interessante e proficuo aprire un confronto su questi due momenti dell’insegnamento nella scuola secondaria. Di qui la proposta di aprire nel blog un confronto su questi due momenti dell’insegnamento nella scuola secondaria.

Reflecting on the teaching of Classical Languages reveals how “distant”, in terms of knowledge, ancient cultures are, particularly for what concerns their customs, traditions and institutions. The lack of understanding of ancient texts also derives from such lack of knowledge; therefore, in order to favour students’ understanding as well as to start teaching ancient languages in a wider cultural context, it would be useful to include specific orientation modules on classical culture and ancient history. Starting a debate on the blog about these aspects in secondary school teaching would certainly be interesting and useful.

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.