«Incredibile davvero che le fosse capitato durante un congresso di antichisti»: sui classici greci e latini in Bianca Pitzorno

Scritto da Arianna Sacerdoti. Pubblicato in: Pagina

Una giovane grecista, la dea Diana, un congresso internazionale di antichisti, preadolescenti che “giocano” alla guerra di Troia: nella ricca e stimata produzione in prosa di Bianca Pitzorno (Sassari 1942-), classicista di formazione, il mondo greco e il mondo latino diventano corpo vivo del testo sia a un livello tematico (in maniera pervasiva e differente nelle diverse opere) che attraverso conii di epiteti paraformulari, citazioni dirette, allusività e altri aspetti.

A young, smart Scholar of Classics, an international Conference of Classicists held in Cambridge, 1979; Goddess Diana, teenagers creating the group-game of Trojan Wars: these and further Topics feature in the long, rich, well-known corpus of Novels by Bianca Pitzorno (Sassari 1942-). Both the thematic Level and the linguistic-stylistic one reveal a strong Presence of Greek and Latin Classical Texts, at different Degrees becoming vital Parts of Bianca Pitzorno’s long Novels. 

 

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.