Impiego del mito e paradigmi epici in Julio Cortázar: Circe (1951)

Scritto da Pietro Verzina. Pubblicato in: Pagina

Il contributo esamina l’influsso, a vari livelli, dei testi epici arcaici sulla composizione del racconto Circe di Julio Cortázar, evidenziando come il tema della femme fatale, ovviamente presente, non debba per forza essere considerato il punto centrale o predominante nell’analisi del racconto. Oltre all’individuazione di possibili ipotesti, il contributo evidenzia da un punto di vista più generale le modalità formali di ripresa dell’episodio odissiaco, dando attenzione ai valori contestuali dei singoli elementi di caratterizzazione e all’importanza degli aspetti metadiegetici. In base a ciò, si chiarisce come la lettura cortazariana si rivolga al senso profondo dell’episodio omerico, cercando di esprimere il valore esperienziale del contatto, attraverso il femminile, con una realtà essenzialmente inconoscibile, e valorizzando lo sguardo del protagonista come anelito all’impossibile raggiungimento di una diversa dimensione spirituale.

 

The paper analyses the manifold influence of archaic epic texts on the writing of Julio Cortázar’s tale Circe. Moreover, it shows how the femme fatale motif, which is obviously relevant, is not to be considered crucial or predominant in the analysis of the tale. After the individuation of some possible hypotexts, the research focuses on the general modalities of processing the text of the Odyssey, giving particular emphasis to some aspects, such as characterization and metanarrative, and to the meaning of some elements in context. It becomes clear how Cortázar’s reading of the episode of Kirke is aimed to the expression of its deep meaning: the tale tries to feature the experience of an ineffablereality, being the feminine a sort of bridge to there: the view of the protagonist on the world is a longing to a new spiritual dimension, which is however impossible to reach for a mortal being.

Scarica l'articolo completo

Per poter scaricare l'articolo completo devi essere un utente registrato e devi aver effettuato il login. Se non sei un utente registrato puoi registrarti gratuitamente.